La scienza in sella

OggiScienza

Gli studi sui cavalli, in ambito etologico ma non solo, possono aiutarci a rendere l’equitazione un’attività piacevole e stimolante per entrambi. Cavaliere e cavallo. Foto Pixabay

APPROFONDIMENTO – Nel rapporto quotidiano con gli animali non sempre pensiamo in modo scientifico. Di fronte a un cane o un gatto abbiamo imparato a leggere i segnali di un possibile malessere e con gli animali “da fattoria” siamo sempre più sensibili, specialmente quando scopriamo che cognitivamente hanno varie capacità in comune con Fido.

Il cavallo, al nostro fianco da più di 5.000 anni, gode molto meno dei progressi della ricerca. Ma gli studi non mancano: una review intitolata Riders impact on equitation (L’impatto dei cavalieri nell’equitazione) ha da poco fatto il punto, trattando gli aspetti che possiamo migliorare. Abbiamo colto l’occasione per fare una chiacchierata con Rachele Malavasi, etologa equina e consulente scientifica nell’ambito dell’equitazione etica. Come approcciarsi all’equitazione privilegiando il…

View original post 1.150 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...