Aree marine protette, “cuscinetti” contro il cambiamento climatico

OggiScienza

Le aree marine protette, come quella dell’isola dell’Asinara, sembrano svolgere un ruolo da cuscinetto contro il cambiamento climatico. Crediti immagine: Markus Braun, Wikimedia Commons

AMBIENTE – Il Gabon, nell’Africa Centrale, ha appena annunciato la creazione della più grande rete di aree marine protette (AMP) sul continente africano: oltre 20 tra parchi e riserve, più di 50 000 chilometri quadrati di oceano. Acque che ospitano balene, delfini, ma anche la più grande popolazione di tartarughe liuto (Dermochelys coriacea) del pianeta, una specie minacciata a causa del bycatch, delle attività antropiche sulla costa e del consumo umano delle loro uova e della carne.

Proprio mentre questo progetto diventa realtà, uno studio appena pubblicato sui Proceedings of the National Academy of Sciences sottolinea ancora una volta l’importanza delle aree marine protette, ma stavolta con un ruolo preciso: come “cuscinetti” contro il cambiamento climatico, zone in grado di mitigare gli…

View original post 502 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...