Nuova Zelanda, Hawaii, Isole della Sonda: ecco gli hotspot delle specie aliene

OggiScienza

Il serpente lupo comune (Lycodon capucinus) è originario del SudEst asiatico, ma oggi si può trovare nell’Isola di Natale, nell’Oceano Indiano. Crediti immagine: Pablo García-Diaz

AMBIENTE – Le specie invasive sono oggi una delle più grandi minacce per la biodiversità: sottraggono le risorse alle specie autoctone degli ambienti che colonizzano, trasmettono patogeni, possono essere pericolose per la salute umana – pensiamo alla zanzara tigre e al tossico Pànace di Mantegazza – e danneggiare l’agricoltura.

La gravità e la portata dell’invasione non vengono sempre percepite come vere e proprie minacce (“cosa potrà mai succedere se libero le tartarughine vicino al fiume? Che c’è di male se nelle città italiane si sono stabiliti i pappagalli africani?”) ma il danno è quantificato: ogni anno la presenza delle specie aliene costa all’Unione Europea una cifra che, secondo le stime, oscilla tra i 12 e i 20 miliardi di euro. Tra il 1970 e…

View original post 571 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...