Nuova Zelanda, Hawaii, Isole della Sonda: ecco gli hotspot delle specie aliene

OggiScienza

Il serpente lupo comune (Lycodon capucinus) è originario del SudEst asiatico, ma oggi si può trovare nell’Isola di Natale, nell’Oceano Indiano. Crediti immagine: Pablo García-Diaz

AMBIENTE – Le specie invasive sono oggi una delle più grandi minacce per la biodiversità: sottraggono le risorse alle specie autoctone degli ambienti che colonizzano, trasmettono patogeni, possono essere pericolose per la salute umana – pensiamo alla zanzara tigre e al tossico Pànace di Mantegazza – e danneggiare l’agricoltura.

La gravità e la portata dell’invasione non vengono sempre percepite come vere e proprie minacce (“cosa potrà mai succedere se libero le tartarughine vicino al fiume? Che c’è di male se nelle città italiane si sono stabiliti i pappagalli africani?”) ma il danno è quantificato: ogni anno la presenza delle specie aliene costa all’Unione Europea una cifra che, secondo le stime, oscilla tra i 12 e i 20 miliardi di euro. Tra il 1970 e…

View original post 571 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico, lavoro nella sicurezza in una industria chimica, e per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...