Fumo e DNA: scoperto dove avviene il danno

OggiScienza

Il Diolo Epossido del Benzo[a]Pirene reagisce con il DNA legandosi a una delle basi azotate che lo compongono, la guanina, impedendo la corretta duplicazione del genoma durante la divisione cellulare. Crediti immagine: Pixabay SCOPERTE – I danni che il fumo di sigarette induce nel nostro organismo sono, ormai, tristemente famosi, così come il loro meccanismo fisiopatologico: l’accumulo delle sostanze tossiche che vengono aspirate causa una modifica del DNA delle nostre cellule, che molto spesso sfocia in una proliferazione incontrollata e quindi in una neoplasia. Il DNA umano, tuttavia, è composto da oltre 3 miliardi di coppie di basi azotate, organizzate in geni, e dire “danni al DNA”, per i fini diagnostici e terapeutici, è purtroppo un tiro al bersaglio alla cieca.

Un gruppo di ricerca dell’Università di Medicina della North Carolina ha ora però ridotto notevolmente la cerchia dei sospetti, riuscendo a identificare con precisione i punti all’interno del genoma

View original post 489 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...