Il telefono quantistico

OggiScienza

Un segnale emesso dalla superficie della Luna impiega circa 1,25 secondi per raggiungere il nostro pianeta. Crediti immagine: NASA/Goddard/Arizona State University

SCOPERTE – Gli appassionati di fantascienza (e gli esperti di sistemi di telecomunicazioni, naturalmente) avranno una certa familiarità con i problemi associati all’invio di segnali a grandi distanze. Il problema principale è che il limite massimo della velocità di propagazione di un segnale radio o luminoso corrisponde al modulo della velocità della luce nel vuoto: approssimativamente, 300 000 chilometri al secondo.

Si tratta, naturalmente, di una velocità enorme rispetto ai valori di cui siamo abituati a ragionare quando utilizziamo veicoli, come treni o aerei; tuttavia, al crescere della distanza, persino un segnale luminoso inizia ad arrancare. Facciamo un esempio: la distanza dalla Luna alla Terra è mediamente pari a circa 380 000 km, e con un rapido calcolo possiamo trovare che un segnale emesso dalla superficie della Luna impiega…

View original post 836 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...