Funghi nello spazio: il pericolo per gli astronauti

OggiScienza

Crediti immagine: Blachowicz et al/Microbiome 2017

SCOPERTE – Immaginate di dover passare mesi e mesi in un ambiente chiuso e isolato, come la cabina di una navicella spaziale. Durante il lungo viaggio verso un nuovo mondo, gli astronauti si troveranno a dover affrontare non solo la microgravità e tutte le sue conseguenze, ma potrebbero avere a che fare anche con microrganismi patogeni, cioè in grado di provocare infezioni e malattie. Tra questi microrganismi ci sono anche i funghi e proprio sulla loro presenza in moduli abitativi assimilabili a quelli delle navi spaziali si è concentrato il team del Jet Propulsion Laboratory della Nasa guidato da Kasthuri Venkateswaran.

Il gruppo di ricercatori ha deciso di studiare le variazioni del micobiota, cioè la composizione della comunità fungina che si forma sulle superfici interne all’habitat, per tracciarne l’evoluzione e le caratteristiche e capire come sterilizzare gli ambienti per poter evitare infezioni…

View original post 597 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Claudio Casonato Chimico prestato all'Information Technology, per passione mi occupo di scienza. Curo una rubrica su alessandrianews.it, e, dopo la pubblicazione, la riporto nel mio blog bufole.blogspot.com. E già che ci sono, aggiungo pensieri sparsi e varie amenità...
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...