Il primo rifugio dei delfini in mare, esperti a confronto

OggiScienza

SPECIALE LUGLIO – I delfini possono nuotare fino a 100 chilometri al giorno e a passano l’80% del proprio tempo sott’acqua. Ma è proprio in mare, nel loro habitat naturale, che è sempre più difficile osservarli: la cattura accidentale, gli effetti dell’inquinamento costiero e la scarsità di prede, diretta conseguenza dell’overfishing, gravano sulla vita di questi mammiferi marini che stanno scomparendo sempre più velocemente.

Stando ai dati WWF 2016, ogni anno sono circa 400.000 i delfini e le balene che nel mondo muoiono a causa della cattura accidentale. La pesca a strascico e quella a tramaglio costituiscono le tecniche più pericolose per questi cetacei, che spesso restano impigliati nelle reti e non riescono più a risalire in superficie, morendo poi per asfissia in modo molto doloroso. Per quanto riguarda lo scenario italiano, i dati sono piuttosto frammentati, “le zone italiane più interessate dal fenomeno sono l’Adriatico, lo Ionio e…

View original post 981 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.