Luna “bagnata”: i depositi vulcanici nascondono pepite di acqua

OggiScienza

“I depositi sono distribuiti su tutta la superficie lunare, quindi l’acqua trovata nei campioni raccolti da Apollo non è un avvenimento unico e questo ci suggerisce che oltre ad essere presente nei depositi, sia anche presente nel mantello”. Crediti immagine: Olga Prilipko Huber

SCOPERTE – La Luna potrebbe essere ben più “bagnata” di quanto fino ad oggi ipotizzato dagli astronomi. Anzi, la parte più interna del satellite presenterebbe tra i suoi anziani depositi vulcanici distribuiti sulla superficie un grande quantità di acqua localizzata nel mantello, proprio come accade per il basalto sulla Terra. L’acqua non sarebbe allo stato liquido, ma intrappolata in dei grani di vetro, quasi delle pepite, che si sarebbero formati durante le esplosive eruzioni di magma provenienti proprio dall’interno lunare.

Se già nel 2008 il geologo Alberto Saal della Brown University aveva ipotizzato la presenza di acqua dall’analisi dei campioni di rocce lunari raccolte dalle missioni Apollo…

View original post 708 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.