L’IIT rivoluziona l’insegnamento della matematica con weDraw

OggiScienza

SENZA BARRIERE – Dopo il successo del progetto Abbi, del quale avevamo parlato solo poche settimane fa, Monica Gori, ricercatrice dell’Istituto italiano di tecnologia (IIT) torna a far parlare di sé con weDraw. Da pochi mesi, infatti, la scienziata, insieme al proprio gruppo di ricerca dell’IIT, ha dato il via all’innovativo progetto europeo che pone al centro dei propri studi un nuovo metodo di insegnamento multisensoriale.

“Nel corso degli anni, e precisamente a partire dal 2008, abbiamo osservato come i bambini, fino all’età di 8-10 anni, non siano in grado di integrare modalità sensoriali multiple ma si servano di una modalità alla volta per compiere una particolare valutazione. E la modalità visiva non è sempre migliore, ma dipende dal tipo di compito che questi si accingono a svolgere”, spiega Gori.

“Partendo da queste considerazioni abbiamo osservato come l’insegnamento di una disciplina quale la matematica

View original post 493 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.