Melanoma: i nei già presenti responsabili per meno di un caso su tre

OggiScienza

È importante conoscere bene la propria pelle, dunque i propri nei. E farsi aiutare per controllare le zone più difficili, come la schiena. Fotografia Pixabay

SALUTE – Agosto se n’è andato, arriva settembre e dalle nostre borse insieme a teli mare, racchettoni e infradito scompare anche la crema solare. Giusto? Sbagliato: la pelle andrebbe protetta dai raggi solari UV durante tutto l’anno, di pari passo con regolari controlli dal dermatologo per tenere sotto controllo i nei, soprattutto quelli nuovi.

I nei, o nevi, non sono altro che agglomerati di melanociti, cellule della pelle che producono melanina come i cheratinociti; quando queste stesse cellule subiscono una trasformazione tumorale, il risultato è un melanoma cutaneo, la forma più mortale e più rara dei tumori che colpiscono la pelle. Pur rappresentando appena il 5% dei casi di cancro alla pelle, il melanoma è responsabile di circa l’80% delle morti provocate da…

View original post 637 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.