Attenti al radon: al via il progetto Life-Respire

OggiScienza

Un elemento rilevante del progetto è legato alla costruzione di un geodatabase su piattaforma WebGIS che permetterà di immagazzinare in tempo reale i dati delle misurazioni in continuo di radon.

SALUTE – Si chiama così, Life Respire, il progetto europeo che pone l’attenzione sul radon presente in ambienti chiusi, cioè su una sostanza volatile classificata già dal 1988 come elemento cancerogeno e dichiarata dalla Commissione scientifica delle Nazioni Unite sugli effetti delle radiazioni atomiche (Unscear) la sorgente più importante di radiazioni ionizzanti negli ambienti indoor.

A monitorare questo gas radioattivo naturale, “nemico invisibile” poiché incolore, inodore, insapore, sarà il Consiglio Nazionale delle Ricerche attraverso l’Istituto di geologia ambientale e geoingegneria (Igag-Cnr, http://www.igag.cnr.it/) assieme al Centro di ricerca, previsione, prevenzione e controllo dei rischi geologici dell’Università di Roma Sapienza (project leader), allIstituto nazionale di geofisica e vulcanologia, alla Federal Agency for Nuclear Control (Bruxelles), Elica S.p.A. e CiaoTech…

View original post 440 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.