Mamma macaco mangia il cucciolo morto: l’osservazione al Parco Faunistico di Piano dell’Abatino

OggiScienza

Evalyne tiene tra le braccia la sua piccola, deceduta a quattro giorni dalla nascita. Fotografia di Arianna De Marco

SCOPERTE – Varie specie di primati si nutrono dei resti di conspecifici, o mostrano comportamenti di lutto di fronte alla morte di un compagno o un parente. Ma per la prima volta, in un parco faunistico italiano, i ricercatori hanno osservato questi comportamenti in una femmina di macaco di Tonkean: quando il suo primo cucciolo è morto, a quattro giorni dalla nascita, Evalyne ne ha portato con sé il corpo per 25 giorni. Lo ha leccato, stretto al proprio corpo, gli ha praticato il grooming, per poi mangiarlo fino a quando non ne rimanevano che pochi resti.

Questi macachi sono originari del Sulawesi e la colonia, di 42 animali, vive al Parco Faunistico di Piano dell’Abatino (RT) da più di 15 anni. In questo periodo sono nati 50 piccoli…

View original post 583 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.