Arsenico e ferro nell’acqua: possibili precursori sismici? La speranza c’è

OggiScienza

“Studiamo le composizioni chimiche delle sorgenti in parallelo con la sismicità della stessa area per stabilire, ove possibile, una correlazione tra sismicità e cambiamenti idrogeochimici.” Crediti immagine: Pixabay

RICERCA –  Una ricerca di cinque geologi italiani, pubblicata recentemente sulla rivista Nature Scientific, ha individuato importanti anomalie geochimiche in alcune acque sorgive dell’Appennino che potrebbero costituire potenziali precursori sismici per il futuro. Non una certezza ma la speranza che si possa arrivare (probabilmente tra parecchi anni) a una previsione attendibile.

I ricercatori sono Domenico Barberio, Maurizio Barbieri, Marco Petitta, dell’Università Sapienza di Roma, Carlo Doglioni, presidente dell’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), Andrea Billi, ricercatore CNR-Istituto Di Geologia Ambientale e Geoingegneria. A lui abbiamo chiesto di spiegarci meglio in cosa consiste il loro studio.

Crediti immagine: Barberio et alii, 2017, Scientific Report

“La nostra ricerca, la prima del genere effettuata in Italia, tratta di precursori sismici di natura idrogeochimica”, risponde il…

View original post 308 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.