Movimenti fetali: non si contano ma contano!

OggiScienza

GRAVIDANZA E DINTORNI – Ti accorgeresti se, mentre fai una doccia, la pressione dell’acqua diminuisse? E se l’autobus su cui stai viaggiando si fermasse o il tuo telefono si impallasse? Ovviamente sì. E se fossi incinta e a un certo punto i movimenti del tuo bambino cambiassero, te ne accorgeresti? Comincia così un breve video sull’importanza dei movimenti fetali realizzato da Tommy’s, un’organizzazione inglese che si occupa di ricerca ed educazione su temi come aborto, morte in utero e prematurità. L’obiettivo del video (una traduzione in italiano è disponibile qui) è molto semplice: informare ogni donna in gravidanza che se i movimenti del suo bambino cambiano rispetto al solito, di frequenza o intensità, è meglio avvertire subito ginecologo o ostetrica, perché potrebbe esserci qualcosa che non va.

In effetti, se fossi incinta probabilmente avvertiresti benissimo delle modifiche nei movimenti fetali, ma forse penseresti – specie se ti stai avvicinando…

View original post 734 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.