Stranger Things 2. La mente sottosopra

OggiScienza

La sensazione è che la serie ora sia a un bivio più marcato rispetto a un anno fa: giocato il jolly della continuità su tutti i fronti, la terza stagione (annunciata ufficialmente) dovrebbe optare per un maggiore cambiamento.

STRANIMONDI – Il secondo album è sempre il più difficile nella carriera di un artista. Così cantava Caparezza nel brano “Il secondo secondo me” del 2003. Se dalla musica passiamo alle serie tv, questo modo di dire può rimanere valido: come se la cava Stranger Things giunta alla seconda stagione? La serie ha avuto un successo clamoroso ed è diventata uno dei titoli più seguiti di Netflix. Michele Bellone, un anno fa sempre qui su Stranimondi, aveva individuato i tre elementi chiave che hanno fatto di una serie buona un vero e proprio cult: mostri, ragazzini e soprattutto nostalgia. La serie continua a spingere forte sull’acceleratore dei tre elementi: mostri sempre…

View original post 981 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.