Un tè al giorno riduce il rischio di glaucoma?

OggiScienza

Secondo un piccolo studio il tè caldo ha un effetto protettivo sul rischio di glaucoma. Ma vari esperti invitano alla cautela. Crediti foto: Pixabay

SALUTE – Secondo un piccolo studio uscito sul British Journal of Ophtalmology, bere almeno una tazza di tè caldo al giorno potrebbe avere un effetto protettivo riducendo il rischio di sviluppare glaucoma, come viene chiamato l’insieme di patologie che danneggiano il nervo ottico, responsabile della connessione tra retina e cervello, e possono causare la perdita parziale o totale della vista. Al momento, secondo le stime, ne soffrono oltre 57 milioni di persone, che potrebbero superare i 65 arrivati al 2020.

Che ruolo può avere una bevanda calda nella salute dell’occhio? Le sostanze chimiche che contiene come i famosi flavonoidi hanno effetti antiossidanti, antinfiammatori e neuroprotettivi, dicono gli autori, che già in passato sono state associate a una riduzione del rischio di patologie a carico…

View original post 809 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.