Avere il pollice verde comporterà risparmi nella bolletta del futuro?

OggiScienza

SCOPERTE – E se un giorno si potesse leggere un libro grazie alla luce emessa da una pianta e i lampioni venissero sostituiti da alberi? Secondo la ricerca pubblicata sulla rivista Nano Letters da un gruppo di scienziati della University of California e del Massachusetts Institute of Technology (MIT), non si tratta di un’eventualità così improbabile. Inserendo alcune nanoparticelle specializzate nelle foglie del crescione d’acqua – che forse qualcuno apprezza come insalata a pranzo –  i ricercatori sono riusciti a far loro emettere una tenue luce per quasi quattro ore. Non ancora sufficiente per illuminare un ufficio durante l’intera giornata lavorativa, ma forse non si è così lontani da una lampada da lettura.

Grazie alla luminescenza delle lucciole, le piante potrebbero aiutarci a ridurre la nostra dipendenza dalle fonti di luce convenzionali. Crediti immagine: Seon-Yeong Kwak.

Per quanto in natura siano presenti diversi organismibioluminescenti, le piante non sono tra…

View original post 696 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.