Violenza ostetrica, una questione complessa

OggiScienza

Crediti immagine: dustin.askins, Flickr

GRAVIDANZA E DINTORNI – C’è un tema di cui si è parlato molto in Italia nell’ultimo anno e mezzo. O almeno, se ne è parlato più di quanto sia mai stato fatto prima. È il tema della violenza ostetrica, espressione già ampiamente usata in alcune parti del mondo per indicare quelli che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito come trattamenti “abusanti, irrispettosi e trascuranti” vissuti dalle donne durante il parto in ospedale. Per esempio: abusi fisici diretti, umiliazioni verbali, pratiche mediche coercitive o mancanza di riservatezza. Da noi il tema è salito alla ribalta nell’aprile 2016, con una campagna mediatica lanciata sui social network da un gruppo di associazioni di madri. Nel giro di due settimane, alla pagina Facebook #Bastatacere sono arrivate oltre 1000 testimonianze di donne che raccontavano di avere subito qualche forma di violenza ostetrica: chi si è sentita trattata male, in modo…

View original post 2.718 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.