Il bipolo neuromorfico

OggiScienza

Il reservoir computing è una tecnica che si fonda su un’idea in larga parte ispirata dal comportamento del sistema nervoso umano e di altri organismi viventi. Crediti immagine: Pixabay

RICERCA – In un lavoro recente pubblicato su Nature Communications  un team di ricerca dell’Università del Michigan, guidato da Wei Lu, docente di computer science, ha evidenziato come la scelta di una particolare tipologia di componenti per realizzare l’hardware, ovvero l’architettura fisica su cui viene eseguito l’algoritmo di una rete neurale, può determinare un notevole risparmio di complessità e riduzione dei tempi richiesti l’addestramento del sistema.

Come ben noto, le reti neurali sono algoritmi basati su modelli matematici costituiti da neuroni artificiali, che simulano il comportamento delle cellule del cervello. (OggiScienza ha già affrontato questo tema, con riferimento a varie applicazioni, inclusi i lavori di ricerca avanzata condotti da colossi come Apple)

Si tratta di particolari procedure costituite da un…

View original post 1.059 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.