Come si è evoluto il cervello rotondo dell’uomo

OggiScienza

l cervello dei primi ominidi non era rotondo ma aveva una forma intermedia fra il cervello di Homo erectus e il cervello dell’uomo di Neanderthal. Crediti immagine: Pixabay

SCOPERTE – La tipica forma tondeggiante del nostro cervello potrebbe essere il risultato di un processo evolutivo graduale, l’ultimo di una serie di trasformazioni culminate nella struttura che oggi contraddistinguono la faccia e il cranio dell’uomo. È quanto ipotizzano tre paleoantropologi in un articolo su Science Advances, dopo aver confrontato le dimensioni del cervello dell’uomo moderno con quelle di una quarantina di calchi ottenuti da resti fossili del genere Homo.

A differenza dell’uomo di Neanderthal e degli ominidi vissuti prima di lui, che avevano una volta cranica molto spessa e, verosimilmente, un cervello più sviluppato nel senso della lunghezza, il cranio dell’uomo moderno appare più globulare e il suo cervello più rotondo.  Simon Neubauer, Jean-Jacques Hublin e Philipp…

View original post 379 altre parole

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.