La paura del futuro: 7 distopie sul grande schermo

OggiScienza

STRANIMONDI – Predire il futuro è un affare dannatamente complicato. Ma forse non è mai davvero stato questo lo scopo principale della fantascienza. Sia nei racconti e nei romanzi, sia sul grande schermo le storie di astronavi e alieni sono in realtà sempre stati più interessanti come riflessione sugli esseri umani e le società che hanno costruito. Tra tutti i sottogeneri della fantascienza, la distopia è sicuramente quello che ha più di altri provato a esasperare alcuni aspetti, magari critici, del presente per immaginare quali potrebbero essere le implicazioni che ancora non vediamo.

Visto il successo di serie come Black Mirror (di cui abbiamo recentemente parlato della nuova serie) e The Handmaid’s Tale ho pensato di andare recuperare film che mi sono particolarmente piaciuti e che si possono, in maniera più o meno aderente, definire distopie. Attenzione, non si tratta per forza dei migliori film del genere…

View original post 1.234 altre parole

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.