Italia: 5006 casi di morbillo nel 2017, nel 2016 erano 862

Già lo scorso ottobre mostravamo come il nostro paese fosse al quinto posto nel mondo per numero di casi di morbillo, e al terzo in Europa dopo Romania e Ucraina. Oggi che abbiamo i dati completi per il 2017 (pubblicati sia dall’OMS che da ECDC) possiamo finalmente fare il punto: con 5006 casi confermati e 4 morti siamo il secondo paese in Europa per numero assoluto dopo la Romania (5006 casi contro 5562 e 4 morti, di cui 3 sotto i 10 anni di età, contro 19 in Romania), e quarti come tasso di incidenza con 83,7 casi per milione di abitanti. Un boom rispetto al 2016, dove avevamo avuto 13 casi per milione di abitanti. Per fare un paragone, paesi come Germania, Francia, Regno Unito e Spagna hanno contato rispettivamente 927 , 520, 282 e 152 casi nell’anno appena trascorso. In questi giorni sono arrivati inoltre i dati relativi a gennaio 2018 pubblicati dall’Istituto Superiore di Sanità: dal 1 al 31 gennaio 2018, 12 regioni hanno segnalato al Sistema nazionale di sorveglianza integrata morbillo e rosolia 164 casi di morbillo, inclusi 2 decessi.  Il 40% ha sviluppato almeno una complicanza, mentre oltre la metà è stato ricoverato.

Continua a leggere su Oggiscienza: Italia: 5006 casi di morbillo nel 2017, nel 2016 erano 862

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.