Gravity, arte e scienza al MAXXI di Roma

Ecco un buon motivo per fare un salto a Roma…

In questo periodo, se si entra nella hall del Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma (MAXXI), alzando gli occhi si può ammirare un modello dell’antenna parabolica della sonda Cassini-Huygens, accanto a due sfere riflettenti in sospensione. È un’anteprima della mostra Gravity. Immaginare l’universo dopo Einstein, allestita nella Galleria 4 del museo, fino al 29 aprile, per celebrare la concezione di universo che emerge dalla fisica contemporanea – e il suo debito nei confronti del celebre scienziato – attraverso l’arte, grazie a un’inedita collaborazione tra il museo, l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), con consulenza scientifica di Giovanni Amelino Camelia della Sapienza.

L’ingresso alla mostra è preceduto da una serie di avvertimenti che potrebbero lasciare perplessi: darsi del tempo per abituare gli occhi al buio, essere consapevoli che all’interno (trattato bene, s’intende) c’è un ragno vivo non pericolosoNephila Senegalensis – tenere d’occhio i bambini.

Continua a leggere su Oggiscienza: Gravity, arte e scienza al MAXXI di Roma

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.