Crisi economica e salute: il cuore ha subito un duro colpo

La grande crisi economica del 2008 ha messo a dura prova la salute dei cittadini americani. Lo dimostra uno studio apparso su Proceedings of the National Academy of Science (Pnas) che mette in luce, per la prima volta, una relazione causa-effetto tra grande recessione del decennio appena trascorso e peggioramento della salute cardiovascolare. Teresa Seeman, della University of California, assieme ai colleghi della Duke University e della Dornsife School of Public Health di Philadelphia, ha utilizzato i dati del Multi-Ethnic Study of Atherosclerosis (MESA) per mettere a confronto i valori della pressione e del glucosio nel sangue di 6814 cittadini americani in cinque intervalli temporali, di cui quattro prima della crisi e uno nel periodo post recessione 2010-2012.

Continua a leggere su Oggiscienza: Crisi economica e salute: il cuore ha subito un duro colpo

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.