Il “vampiro dai denti d’acciaio” di Glasgow

Prima puntata di “Misteri Vintage”! Ogni quattro settimane Sofia Lincos e Giuseppe Stilo presenteranno un presunto mistero del passato con particolare attenzione alle affermazioni straordinarie e alle loro debolezze. Saranno privilegiate le storie italiane ma senza dimenticare il panorama internazionale. Buona lettura con “Misteri Vintage”!

Dal nostro corrispondente
Londra, 25 settembre, notte.
Centinaia di ragazzi, evidentemente eccitati dalla lettura dei giornali a fumetti, hanno invaso l’altro giorno un cimitero di Glasgow per attaccare e sopprimere un mostro che, essi dicevano, aveva strangolato e divorato due bambini. Si trattava, secondo loro, di un vampiro dai denti di acciaio…

Inizia così un super-classico dei panici collettivi, secondo quanto venne raccontato sul Corriere della Sera il 26 settembre 1954. E’ la storia del “vampiro di Glasgow”, una vera e propria psicosi che per alcuni giorni, nel settembre del 1954,  coinvolse migliaia di giovanissimi della città scozzese. All’estero è una vicenda piuttosto conosciuta, anche perché venne ricostruita e studiata da storici e psicologi britannici. Da noi lo è molto meno.

Continua a leggere su QueryOnLine: Il “vampiro dai denti d’acciaio” di Glasgow

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.