30 maggio, è la giornata mondiale della sclerosi multipla

Di Federica Lavarini

Continua a leggere su Oggiscienza: 30 maggio, è la giornata mondiale della sclerosi multipla

Particolare di un disegno tratto dal libro di Robert Carswell, che raffigura lesioni della sclerosi multipla nel tronco encefalico e nel midollo spinale (1838). Crediti immagine: Wikimedia Commons, Public Domain

APPROFONDIMENTO- Quanti e chi sono i malati di sclerosi multipla? Domande difficili alle quali da decenni la ricerca scientifica a livello mondiale sta dando delle risposte.

Nel 2013, secondo i dati di ATLAS, la più vasta indagine globale sulla sclerosi multipla pubblicata dalla Federazione Internazionale Sclerosi Multipla (MSIF), i malati a livello globale erano 2 milioni e 300 000. L’ultima edizione del Barometro della sclerosi multipla a cura dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM), presentata lo scorso 22 maggio a Roma, parla di “emergenza sanitaria”: in Italia vi sono circa 118 000 malati, 3 400 nuove diagnosi ogni anno e una prevalenza di 193 casi ogni 100 000 abitanti, ad eccezione della Sardegna con 360 su 100 000 abitanti.

Numeri dietro ai quali troviamo persone, due volte su tre donne, diagnosticate tra i 20 e i 40 anni e che durante il Multiple Sclerosis Day (e la settimana di sensibilizzazion che lo circonda) ricordano al mondo che la sclerosi multipla  può e deve essere sconfitta. Spiegando cosa significa esserne affetti: stanchezza e affaticamento, problemi di equilibrio e visivi, perdita di forza, formicolii che da localizzati si estendono velocemente agli arti fino a costringere, talvolta, alla sedia a rotelle a causa di una ricaduta della malattia o alla progressione della disabilità.

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.