La cannabis funziona nella sclerosi multipla?

Continua a leggere su ‘Dottore, ma è vero che…?’, dove troverai altre risposte interessanti.  La cannabis funziona nella sclerosi multipla?

In primo luogo chiariamo di cosa stiamo parlando. “Cannabis” è un termine molto generale, usato nel linguaggio comune per indicare un insieme di sostanze derivate da piante e tinture appartenenti al genere cannabis. Il principale composto chimico capace di alterare l’attività mentale (per questo si usa il termine psicoattivo) in tutti i prodotti della cannabis è il Δ9-tetraidrocannabinolo (THC). La cannabis è la sostanza “ricreativa” più utilizzata nei Paesi europei, in Nord America e Australia, dove l’uso riferito nel 2015 era rispettivamente del 5,7%, 7,5% e 10% (Amato 2017). Il termine “ricreativo” è mutuato dall’inglese poiché il ricorso a questo tipo di sostanze è definito “recreational drug use”.

Per rispondere alla domanda sarebbe importante “vedere se si può mettere ordine in una situazione complicata, perché oggi abbiamo l’impiego di prodotti non ben caratterizzati”, spiega il farmacologo Silvio Garattini, direttore dell’Istituto Mario Negri. “Accanto ai principi attivi che conosciamo ci sono tantissimi altri tipi di sostanze sulla cui efficacia non sappiamo nulla. È un po’ il problema principale dei prodotti che ora girano anche nelle farmacie. Si dovrebbero estrarre solo principi attivi per evitare di somministrare altro e fare studi clinici controllati.”

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.