Ángeles Alvariño, l’oceanologa eclettica che ha scoperto 22 specie di plancton

Di Simone Petralia

Continua a leggere su Oggiscienza: Ángeles Alvariño, l’oceanologa eclettica che ha scoperto 22 specie di plancton

IPAZIA – “La creatività e l’immaginazione sono gli ingredienti di base per gli scienziati, esattamente come per gli artisti, perché la scienza è un’arte.” Sono parole di María Ángeles Alvariño González, conosciuta come Ángeles Alvariño, grande oceanologa del secolo scorso. Passata alla storia per essere stata la prima donna in assoluto a imbarcarsi come ricercatrice su una nave oceanografica britannica, nel corso della sua carriera Alvariño ha scoperto ventidue specie di organismi marini.

È stata una delle massime autorità mondiali in fatto di plancton oceanico e ha contribuito in modo significativo alla comprensione dei grandi ecosistemi acquatici, ma ricordarla solo per i suoi meriti scientifici sarebbe riduttivo. Donna dai molteplici interessi, nel corso della sua vita ha attraversato ambiti di ricerca molto diversi tra loro – dalla letteratura alla psicologia sperimentale, dalla chimica analitica alla storia della navigazione – mostrando una vastità di orizzonti culturali e un eclettismo non comuni; a guidarla, oltre a un’insaziabile curiosità, la consapevolezza che tra discipline scientifiche e umanistiche non esistono barriere invalicabili e che arte e scienza altro non sono che due facce della stessa medaglia.

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.