Marte, Curiosity trova metano e molecole organiche: i mattoni della vita

Di Veronica Nicosia

Continua a leggere su Oggiscienza: Marte, Curiosity trova metano e molecole organiche: i mattoni della vita

Dopo anni di lavoro i dati del rover Curiosity, lanciato nel novembre 2011 e approdato sul suolo marziano nell’agosto 2012, continuano a stupire. Crediti immagine: NASA/JPL-Caltech/MSSS

SCOPERTE –  Molecole organiche nel cratere Gale che risalgono a oltre 3,5 miliardi di anni fa e una variazione stagionale del metano nell’atmosfera. Queste sono le due scoperte emerse dai dati del rover Curiosity della NASA che fanno pensare che Marte potesse essere abitabile miliardi di anni fa o potrebbe esserlo in futuro, ma gli scienziati sottolineano che nessuna delle due è una evidenza diretta della presenza di forme di vita sul pianeta rosso. Gli articoli pubblicati sulla rivista Science l’8 giugno gettano le basi per le future missioni esplorazione del suolo marziano: ExoMars dell’Agenzia spaziale europea (ESA) e Mars 2020 della NASA,. Thomas Zurbuchen, dello Science Mission Directorate della NASA, ha spiegato:  “Con queste nuove scoperte, Marte ci dice di proseguire e continuare a cercare le prove della vita. Sono fiducioso che le nostre missioni in corso e future sveleranno scoperte mozzafiato sul pianeta rosso”.

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.