LSD ed ecstasy alterano la struttura dei neuroni

Continua a leggere su Le Scienze: LSD ed ecstasy alterano la struttura dei neuroni

“Da molto tempo si ipotizza che le sostanze psichedeliche siano in grado di alterare la struttura neuronale, ma questo è il primo studio che sostiene questa ipotesi in modo chiaro e non ambiguo”, con queste parole David Olson, ricercatore dell’Università della California a Davis, ha commentato il risultato raggiunto con alcuni colleghi, descritto su “Cell Reports.

I dati ottenuti nella sperimentazione in vitro e su modelli animali indicano che composti come LSD ed ecstasy determinano un incremento delle ramificazioni dei neuroni (i dendriti), della densità delle piccole protrusioni di questi ramificazioni (le spine dendritiche) e del numero di connessioni tra neuroni (le sinapsi). In sintesi, le sostanze psichedeliche sembrano riprodurre, in termini di stimolazione della plasticità neurale, quanto già documentato per la ketamina.

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.