Gli effetti del blocco cinese ai rifiuti di plastica

Il blocco delle importazioni di rifiuti di plastica in Cina – deciso da Pechino nel 2017 e in vigore dal primo gennaio di quest’anno – potrebbe avere ripercussioni drammatiche, dato che fino allo scorso anno la Cina (inclusa Hong Kong) assorbiva il 72,4 dei rifiuti plastici esportati dai paesi di tutto il mondo.

Secondo la stima di un gruppo di ricercatori dell’Università della Georgia ad Athens, che firmano un articolo su “Science Advances”, questo significa che entro il 2030 si accumuleranno 110 milioni di tonnellate di rifiuti plastici che non possono rientrare in alcun circuito economico (e il cui smaltimento è problematico), e l’unico modo per evitarlo è varare programmi per lo sviluppo e la diffusione su scala globale di sistemi di riciclaggio più efficienti.

Continua a leggere su Le Scienze: Gli effetti del blocco cinese ai rifiuti di plastica

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.