Acido folico e integratori: la virtù sta nella dieta mediterranea

Federica Lavarini

APPROFONDIMENTO -L’acido folico, o vitamina B9, è stato individuato nel 1929 dalla dottoressa inglese Lucy Wills mentre si trovava in India per studiare la seria anemia che colpiva le donne in stato di gravidanza che lavoravano nelle industrie tessili. Fu lei a capire che integrare la dieta con il lievito, ricco di vitamina B, riduceva l’anemia di queste donne poverissime che soffrivano di importanti carenze alimentari. In seguito, la Wills iniziò a curare queste donne con l’impiego della Marmite, un alimento ricavato dagli scarti del frumento utilizzato nella birrificazione. Ma fu nel 1941 che tre chimici dell’Università del Texas, Herschel Mitchell, Esmond Snell e Roger Williams, ricavarono dalla spremitura di quattro tonnellate di spinaci un composto altamente concentrato capace di accrescere il batterio Streptococcus lactis R. e con una composizione chimica simile al fegato di alcuni mammiferi. Successivamente, nel 1943, la vitamina venne sintetizzata dall’americano Bob Stockstad che creò un cristallo tridimensionale della vitamina.

Continua a leggere su OggiscienzaAcido folico e integratori: la virtù sta nella dieta mediterranea

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.