La barriera corallina minacciata dai ratti

La barriera corallina è sempre più degradata dall’acidificazione degli oceani, che causa lo sbiancamento, cioè la perdita di colore del corallo. In realtà all’origine del processo vi è l’alterazione della simbiosi tra gli organismi che vivono in questo complesso ecosistema: i polipi del corallo e alcune specie di alghe unicellulari fotosintetiche.

Ma per monitorare lo stato di salute delle barriere coralline occorre allargare molto di più lo sguardo, e considerare anche la sua interazione con la terraferma e gli animali che la abitano. Lo dimostra uno studio pubblicato su “Nature” da Nick Graham dell’Università di Lancaster, in Regno Unito, e colleghi che hanno documentato come l’invasione di ratti sia nociva per la barriera corallina perché quei roditori interferiscono con il flusso di nutrienti dalla terraferma verso il mare, in particolare del guano degli uccelli.

Continua a leggere su Le Scienze: La barriera corallina minacciata dai ratti

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.