Falene, anche per loro l’unione fa la forza

Giulia Negri

WHAAAT? Il venerdì casual della scienza – Se pensiamo agli insetti sociali, di sicuro ci immaginiamo api e formiche. Non certo le falene, che seppur impegnate a volte in importanti migrazioni, sono generalmente solitarie. Notarne una dozzina in un primo albero cavo poteva sembrare curioso. Ma trovare cento Idia lubricalis nell’albero cavo successivo e quattrocento in un altro ha senza dubbio colpito il lepidotterologo del Florida Museum of Natural History Andrei Sourakov – entomologo specializzato nello studio di farfalle e falene.

In ognuna delle sue osservazioni le falene erano tutte orientate verso la cima dell’albero e lontane dalla luce. Erano posate in silenzio, ognuna leggermente discosta dalle altre: erano presenti sia maschi che femmine, ma nessuna si stava accoppiando, e nessuna larva si stava nutrendo all’interno del tronco, per quanto gli esemplari che si trovano ancora a uno stadio immaturo dello sviluppo mangino corteccia e altri materiali organici. Sembrava che le falene si riposassero in massa, aspettando l’arrivo della notte.

Continua a leggere su Oggiscienza: Falene, anche per loro l’unione fa la forza

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.