La Madonna mancata di Sassoferrato

Sofia Lincos e Giuseppe Stilo

Erano i primi giorni del giugno 1902, e da un po’ di tempo nelle Marche non si parlava d’altro: sul monte Strega, un’altura di quasi 1300 metri a breve distanza da Sassoferrato in provincia di Ancona, era apparsa la Madonna.

A vederla per prima, si diceva, era stata una pastorella di dieci anni, certa Bettina Baldassarri, la mattina di mercoledì 16 aprile. Arrampicatasi col gregge sul monte, le era parso di vedere sulla roccia una donna vestita di nero che faceva segni di benedizione. Era quindi scesa a chiamare altri pastorelli, e tutti avevano confermato la visione, che si era ripetuta anche il giorno dopo. Tutti avevano dichiarato di aver visto la Vergine con il Bambino in braccio

Continua a leggere su QueryOnLineLa Madonna mancata di Sassoferrato    

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.