Salvare gli archivi video, custodi trascurati della cultura europea

Marco Milano

CULTURA – È il giorno di ferragosto, una Giulietta Spider sfreccia a tutta velocità attraversando una Roma deserta. L’uomo al volante cerca disperatamente un telefono e finirà per incontrare uno studente con cui passerà i successivi due giorni, viaggiando per le strade dell’Italia del boom economico in vacanza, un paese spensierato lanciato verso il successo, in cui convivono la paura della guerra atomica e il sogno dei viaggi spaziali.

Crediti immagine: Pixabay

L’anno è il 1962 e questa è la storia de “Il sorpasso”, celebre film di Dino Risi interpretato da Vittorio Gassman che riesce a raccontare in modo efficace, precorrendo i tempi, un’epoca italiana importante. La pellicola di Risi è stata presto riconosciuta per la sua forte potenza evocativa dei costumi e della cultura italiana degli anni ’60. Più di recente, la stampa originale è entrata nei più importanti laboratori di restauro come l’Immagine Ritrovata di Bologna, per essere proiettata con rinnovato vigore grazie alle tecnologie 4k. Le cure di cui ha beneficiato questo film sono certo il frutto di un enorme successo che ne fanno un vero cult, annoverato dal Museo d’Arte Moderna di New York tra i capolavori europei. La storia della conservazione e recupero del Sorpasso, come di molti altri film culto – per esempio “Il Gabinetto del Dottor Caligari”, digitalizzato dalla Friedrich Wilhelm Murnau Foundation – è tuttavia un caso relativamente eccezionale e fortunato.

Continua a leggere su Oggiscienza: Salvare gli archivi video, custodi trascurati della cultura europea  

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.