Possiamo usare una app come contraccettivo?

Alice Pace

SALUTE – Le app più usate per conoscere il tuo ciclo mestruale oppure Le Cinque app per chi cerca un figlio. O ancora l’estremo opposto: Le migliori app per non rimanere incinta. Alle donne che nel seguire il proprio ciclo mensile vogliono affidarsi anche alla tecnologia basta un giro sull’App Store, sul Google Play Store e simili piattaforme per rendersi conto che l’offerta non manca.

Le fertility app sono ormai numerosissime, ma è davvero sensato affidare la propria vita sessuale a questo tipo di “strumenti”? Fotografia: Pixabay

Tra le diffusissime, a livello globale, troviamo esempi come Clue, che ha più di cinque milioni di utenti e ha ricevuto finanziamenti per oltre 20 milioni di dollari (con investitori come Nokia), e Natural Cycles, la prima app a ottenere la certificazione come contraccettivo in Europa (nel 2017) e che sta facendo parlare di sé poiché è l’unica approvata dalla Food and Drug Administration (FDA) americana. Molte altre si sono già messe in coda per ottenere questa certificazione.

Continua a leggere su Oggiscienza: Possiamo usare una app come contraccettivo?

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.