Quante facce ricorda il cervello?

Sarastulle

RICERCA – Ogni persona può ricordare, in media, 5.000 visi di altri individui incontrati nel corso della vita, che si fissano nella memoria. Un conto, questo, che non era mai stato effettuato fino ad ora e che oggi è disponibile grazie a uno studio effettuato dagli psicologi dell’Università di York, e pubblicato su Royal Society Proceedings B.

Crediti immagine: Pixabay

Nel corso della nostra storia, l’essere umano ha tipicamente vissuto in piccoli gruppi di meno di un centinaio di persone, un panorama che oggi è cambiato drasticamente. L’incremento rapido nella densità di popolazione ha implicato la nascita di nuove necessità nella nostra abilità di identificare persone che conosciamo (e quindi facce familiari) e persone che non conosciamo (facce non familiari) ed oggi il nostro cervello pare sia equipaggiato per riconoscere migliaia di volti.

Continua a leggere su Oggiscienza: Quante facce ricorda il cervello?

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.