BepiColombo verso Mercurio

Veronica Nicosia

SPAZIO – Solo due sonde sono arrivate fino a Mercurio, il pianeta più interno del nostro Sistema solare. Mariner 10 e Messenger, due missioni della NASA, hanno fornito importanti dati e immagini del pianeta più vicino al Sole e meno esplorato, ma ora a rispondere alle domande sulla sua natura arriva una nuova missione. Lo scorso 19 ottobre la sonda BepiColombo, frutto della collaborazione tra Agenzia spaziale Europea (ESA) e agenzia spaziale giapponese JAXA, è stata lanciata. Una missione che studierà non solo la composizione del pianeta, ma anche la geofisica, l’atmosfera e la magnetosfera per svelarne la storia nel sistema solare. Per raggiungere un così ambizioso obiettivo, due orbiter lavoreranno in sinergia: il Mercury Planet Orbiter (MPO) dell’ESA mapperà il pianeta, mentre il Mercury Magnetospheric Orbiter (MMO) realizzato dalla JAXA indagherà la sua magnetosfera.

Crediti immagine: ESA/ATG medialab/NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Carnegie Institution of Washington

L’Europa e il Giappone per la prima volta nella loro corsa allo spazio puntano i riflettori su Mercurio, i cui ultimi dati risalgono ormai al 18 marzo 2011 quando la sonda Messenger si schiantò sul pianeta dopo aver preso per oltre 4 anni dati e scattato immagini ravvicinate. Prima di lei, nel 1974, solo la Mariner 10 era arrivata fino al pianeta più vicino al Sole. E proprio questa vicinanza rende la missione particolarmente complicata. Le sonde e i loro strumenti a bordo dovranno non solo gestire gli sbalzi termici che all’equatore del pianeta vanno da meno 180 gradi a quasi 450 gradi Celsius, ma anche la radiazione diretta del Sole e soprattutto l’attrazione gravitazionale che esso esercita e che potrebbe creare difficoltà per la loro entrata nell’orbita stabilita dalla missione.

Continua a leggere su Oggiscienza: BepiColombo verso Mercurio

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.