Il canale del parto tra evoluzione e assistenza al travaglio

Valentina Murelli

Uno dei campioni esaminati da Betti e Manica / Cortesia Lia Betti

GRAVIDANZA E DINTORNI – Altezza, lunghezza delle gambe e delle braccia, proporzioni relative di varie parti del corpo: sappiamo bene che possono essere molto diverse in popolazioni di aree geografiche differenti. E un po’ a sorpresa ora scopriamo che una variabilità anche maggiore riguarda forma e dimensioni del canale del parto nelle donne, come provano i risultati di uno studio condotto da due ricercatori italiani di stanza in Gran Bretagna: Lia Betti, antropologa dell’Università di Roehampton, e Andrea Manica, professore di ecologia evoluzionistica a Cambridge. Lo loro osservazioni, pubblicate sui Proceedings of the Royal Society B, da un lato rappresentano un nuovo colpo contro una delle ipotesi più autorevoli – ma oggi sempre più contestata – sull’evoluzione della forma del bacino umano e dall’altro offrono importanti spunti di riflessione per l’assistenza ostetrica al travaglio e al parto in un mondo sempre più multietnico.

Continua a leggere su Oggiscienza: Il canale del parto tra evoluzione e assistenza al travaglio

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.