Un laboratorio sotto i ghiacci per studiare i cambiamenti climatici

Eleonora Degano

Dietro alla base scientifica italiana in Antartide, la stazione Mario Zucchelli, si apre la baia Tethys. È nelle sue acque gelide, quelle del mare di Ross, che un gruppo di ricercatori ha allestito un laboratorio a 25,5 metri di profondità, sotto i ghiacci marini, per studiare il clima attraverso la crescita degli scheletri in carbonato di calcio di alghe coralline e briozoi, piccoli invertebrati acquatici che trascorrono la propria vita ancorati al fondale.

Il laboratorio sottomarino allestito dai ricercatori. Fotografia ENEA

Quali sono gli effetti dei cambiamenti climatici su queste specie calcificanti, in un ambiente come l’Antartide dove il clima si sta modificando rapidamente? Quali sono le conseguenze dell’acidificazione degli oceani?

Continua a leggere su OGGISCIENZA: Un laboratorio sotto i ghiacci per studiare i cambiamenti climatici   

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.