Morbillo in Europa: per l‘OMS, nel 2018, luci e ombre

Articolo di Sofia Lincos e di Giuseppe Stilo

Il 7 febbraio l’Ufficio Regionale per l’Europa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, (WHO/OMS) ha emesso un comunicato che spiega la situazione contraddittoria nella lotta al morbillo nel Vecchio Continente.

Aumenta in modo chiaro la copertura vaccinale, giunta nel 2017 ai suoi massimi storici, il 90%. Contemporaneamente però nel 2018 crescono, soprattutto in alcune parti d’Europa (con differenze notevoli anche all’interno di uno stesso Paese), pure i casi registrati di infezione per la malattia. Questo apparente paradosso non deve stupire, dal momento che la popolazione delle persone suscettibili al morbillo non è distribuita uniformemente sul territorio europeo. Come ci spiega Graziella Morace, primo ricercatore presso il Centro Nazionale per il Controllo e la Valutazione dei Farmaci  (Istituto Superiore di Sanità):

Anche se le coperture vaccinali sono aumentate nella maggior parte dei Paesi europei, poiché è stata superata la soglia dei 95% di vaccinati necessaria per interrompere la circolazione del virus nella comunità, questa situazione non è purtroppo uniforme, in quanto in altri, tra cui l’Italia, continuano a verificarsi epidemie a causa della copertura vaccinale incompleta.

Continua a leggere su QueryOnLine: Morbillo in Europa – per l‘OMS, nel 2018, luci e ombre   

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.