Rispondo a un amico

Un amico su Facebook ha contestato le mie posizioni sul Global Warming, definendomi anche ‘spocchioso’ (cosa anche vera, ma non è carino dirlo…).

Mi ha segnalato video di Rubbia che nega il GW e un articolo di Luigi Bignami del 2007 dove si fa capire che anche altri pianeti del nostro sistema solare stanno sperimentando variazioni climatiche (sottinteso: quindi anche sulla terra è normale).

Visto che sono testone (o spocchioso) e le cose le voglio vedere dalle fonti, mi sono messo a fare qualche ricerca su quanto riportato da Bignami nel suo articolo (che ora mi sento di definire un po’ approssimativo).

Articolo della NASA del 2007 con la spiegazione delle variazioni di temperatura su Marte. O meglio, spiega il meccanismo, ma non perché succede, in quanto non ancora compreso al tempo.

Un frase dall’articolo: “In particular, the slight increase in surface air temperature is similar to climate variations seen on Earth, even though the processes involved are significantly different,” added Fenton.

https://www.nasa.gov/centers/ames/research/2007/marswarming.html

Ci metto questo PDF, perché, anche se è ‘solo’ una ricerca di liceo, lo ho trovato interessante per come è condotto:

https://marsed.asu.edu/sites/default/files/msip_reports/Albedo%20Change%20and%20MartianTemperature.pdf

Link all’articolo su Nature della Fenton: https://www.nature.com/articles/nature05718

In breve, questo innalzamento di temperatura su Marte sembra legato a variazioni di albedo della superfice del pianeta.

Molto illuminante, e in certe parti divertente, lo scambio sul forum NASASPACEFLIGHT sulla polemica del riscaldamento di Marte, dove definiscono Habibullo Abdussamatov (citato nell’articolo di Bignami) “unknown Russian scientist”

https://forum.nasaspaceflight.com/index.php?topic=33618.0

L’articolo di Bignami cita anche Giove e Philip Marcus. Ecco una news di Berkeley sul tema temperature sul pianeta più grande del sistema solare, che ben poco hanno a che vedere con le temperature terrestri.

https://www.berkeley.edu/news/media/releases/2004/04/21_jupiter.shtml

Alla fine, riguardo l’articolo di Repubblica: a quanto posso leggere dalle fonti originali, eventuali variazioni di temperatura (in più o in meno) su altri pianeti seguono meccanismi e andamenti del tutto diversi da quelli in atto sulla terra.

Approfitto anche per qualche commento sui video che mi ha postato l’amico.

Su Rubbia, leggete questo articolo e guardate il video integrale del suo intervento (non la versione tagliata): https://www.bufale.net/carlo-rubbia-non-nega-cambiamenti-climatici-ed-il-riscaldamento-globale-alcuni-chiarimenti/

Su Zichichi, un articolo dell’ottima Sylvie Coyaud. Considerate che lei cura la rubrica ‘il parco delle bufale’, quindi il tono è spesso sarcastico. Bisogna andare a leggere i tanti link di cui infarcisce i suoi scritti per comprendere bene il discorso (in pratica, Zichichi non ne esce proprio benissimo…) https://oggiscienza.it/2018/12/20/natale-zichichi-vuole-laboratorio-mondiale-climatologia-cosmica/

Vi lascio con un interessante articolo di Città della scienza sul negazionismo: http://www.cittadellascienza.it/centrostudi/2016/12/riscaldamento-globale-e-negazionismo/

Per cambiare parzialmente discorso, vi invito a leggere questo divertente articolo, che spiega perché è facile pubblicare e diffondere cazzate mentre è difficile se non impossibile confutarle. Che è anche il motivo per cui mi sono veramente stufato di scrivere di bufale e scienza come facevo fino a un paio di anni fa, perché se uno vuole e cerca fonti affidabili le spiegazioni esistono, ma è troppo più facile diffondere notizie clamorosamente false che hanno il solo vantaggio di essere ‘facili’ e venire incontro alle proprie credenze.

http://www.blogzero.it/2014/11/10/la-teoria-della-montagna-di-merda/#sthash.pywpWGlD.dpbs

Saluti a tutti

tessera_nwo_italia_2019_Claudio Casonato1.png

 

 

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Riscaldamento globale. Contrassegna il permalink.