Il contributo dei ghiacciai continentali all’aumento del livello dei mari

Dal 1961 al 2016 i ghiacciai che non fanno parte della calotta antartica e della Groenlandia hanno perso una quantità di ghiaccio che ha contribuito con 22-27 millimetri all’innalzamento del livello medio globale del mare, pari al 25-30 per cento dell’innalzamento complessivo. In questo lasso di tempo tutti questi ghiacciai hanno perso oltre 9000 miliardi di tonnellate di ghiaccio.

Il contributo dei ghiacciai continentali all'aumento del livello dei mari
Foto satellitare di isole dell’Artico russo interessate dallo scioglimento dei loro ghiacciai. (Cortesia Copernicus Sentinel https://scihub.copernicus.eu/)

La velocità di scioglimento dei ghiacciai è inoltre progressivamente aumentata in quasi tutte le aree del globo, tanto che fra il 2006 e il 2016 l’innalzamento del mare dovuto a quelle acque di fusione ha raggiunto quasi 1 millimetro all’anno.

Continua a leggere su Le Scienze: Il contributo dei ghiacciai continentali all’aumento del livello dei mari  

 

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.