L’iridologia non ha alcun senso

Gianluca Liva

«La natura ci ha fornito uno schermo televisivo in miniatura che mostra le parti più remote del corpo attraverso risposte nervose riflesse»

Bernard Jensen, D.C. (1908-2001), Iridiology Simplified

I nostri occhi sono una mappa del nostro corpo. A precisi punti dell’iride dell’occhio, l’area colorata che circonda la pupilla, corrispondono altrettante aree del corpo. Di conseguenza è possibile comprendere lo stato di salute e di malattia di un individuo grazie all’osservazione della struttura, della posizione e del colore che caratterizzano l’iride. Non solo. L’iride è anche una cartella clinica completa, che tiene traccia di malattie contratte e traumi subiti nel corso della vita. Sono queste le basi dell’iridologia, una disciplina di medicina alternativa in cui il paziente si sottopone a un esame eseguito con strumenti ottici e che ha l’obiettivo di individuare le caratteristiche specifiche o eventuali variazioni nella pigmentazione dell’iride. Per compiere la diagnosi, gli iridologi si servono di una suddivisione topografica dell’iride, di solito organizzata in settori circolari e radiali.

Continua a leggere su OggiScienza: L’iridologia non ha alcun senso

 

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.