I costi dei disastri naturali in Italia

Enrico Bergianti

Un lavoro di ricerca economica porta le cifre: prevenire costerebbe meno che curare anche per quanto riguarda i conti pubblici. Lo studio ha provato a calcolare gli impatti di terremoti, alluvioni ed eventi climatici sulle casse dello Stato, analizzando diversi indicatori. Si tratta di “Natural disaster in Italy: evolution and economic impact”, studio preliminare a firma di Pietro Lazzaretto e pubblicato sul proprio sito da Prometeia, società di consulenza, ricerca economica e sviluppo software.

disastri naturali

Lo studio ha individuato 149 calamità naturali sul territorio italiano dal secondo dopoguerra al 2018 e, sfogliando database e testi di interventi legislativi dei vari governi che hanno affrontato le crisi, ha ottenuto una cifra su quanto è stato speso dalla Repubblica italiana: quasi 310 miliardi di euro. La cifra ottenuta è stata calcolata parametrando i costi al valore del denaro nel 2018.

Continua a leggere su OggiScienza: I costi dei disastri naturali in Italia   

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.