Cresce l’allerta, ma il coronavirus di Wuhan resta un rebus

Giancarlo Sturloni

L’allarme per l’epidemia scatenata dal coronavirus di Wuhan non si placa e il numero dei contagi deve essere aggiornato di continuo: in Cina il bilancio è di oltre 4.500 casi confermati e 106 decessi (UPD: 132 al 29-1 ore 10.40). Fuori dal Paese si contano una cinquantina di casi, in gran parte persone che hanno contratto il virus durante un soggiorno in Cina. Dove purtroppo il numero delle vittime è destinato a salire perché le autorità sanitarie riferiscono di centinaia di persone ricoverate in condizioni critiche. Per fronteggiare l’emergenza, a Wuhan sono in costruzione due nuovi ospedali da ultimare in tempi record per offrire altri 2.600 posti letto.

Clicca qui per accedere alla mappa interattiva (Johns Hopkins University)

Nonostante una decina di città della provincia di Hubei siano state praticamente isolate, il contagio non sembra rallentare. Basta dare uno sguardo alla mappa realizzata dai ricercatori della Johns Hopkins University (Stati Uniti) per farsi un’idea della rapidità con cui si diffonde l’epidemia. Fare previsioni su quel che accadrà è però ancora un azzardo perché, a due mesi dai primi casi di infezione, restano molte incertezze su origini, contagiosità, letalità e modalità di trasmissione del coronavirus. Gli scienziati che studiano l’epidemia e le autorità sanitarie chiamate a gestire il rischio sono di fronte a un vero rompicapo.

Continua a leggere su OggiScienza: Cresce l’allerta, ma il coronavirus di Wuhan resta un rebus  

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.