SeedScience, in Africa un progetto per “seminare” conoscenza

Elisa Baioni

Ci sono semi che viaggiano molte miglia prima di posarsi. Navigano le correnti del cielo, sperando in un terreno fertile in cui attecchire, trasformarsi in nuovi fiori, dare vita ad altre generazioni di acheni pronti a diffondersi. Michele Raggio, chimico di formazione, oggi Explorer per il National Geographic, è uno di questi semi. Il Ghana è la terra in cui ha messo radici. Tra i fondatori del progetto SeedScience, dal 2018 non pianta alberi, ma conoscenza.

Lavora con gli insegnanti, formandoli a una didattica pratica della scienza, perché possano trasmettere ciò che imparano ai loro colleghi e agli studenti. Seminare per diffondere. Col suo team di volontari e docenti locali, ha fatto sì che SeedScience attecchisse in altre tre nazioni: Uganda, Kenya e Tanzania.

Continua a leggere su Oggiscienza: SeedScience, in Africa un progetto per “seminare” conoscenza  

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.