Da dove arriva il coronavirus della COVID-19?

di Giancarlo Sturloni

Nei giorni scorsi sui cellulari di molti italiani è rimbalzata una notizia inquietante: un servizio del TGR Leonardo, il telegiornale tematico di scienza e tecnologia di Rai 3, dava notizia di pericolosi esperimenti condotti in Cina sui coronavirus dei pipistrelli. Nel servizio, dal titolo Il rischio del supervirus, si racconta di un gruppo di ricercatori cinesi che avrebbe innestato il gene della proteina SHC014 appartenente a un coronavirus dei pipistrelli sul virus della SARS adattato per l’organismo dei topi, creando così un virus chimera potenzialmente capace di infettare anche gli esseri umani.

Il servizio del TGR Leonardo, tuttavia, risale al 2015 e il virus chimera di cui parla non ha niente a che fare con il nuovo coronavirus SARS-CoV-2 responsabile della COVID-19. Stabilirlo è facile perché le sequenze genetiche di entrambi i virus sono note e sono pubbliche: basta confrontarle per concludere che non si tratta dello stesso patogeno. Era dunque una bufala ma, vuoi per l’oggettiva complessità della vicenda, vuoi per l’enorme attenzione che suscita qualsiasi notizia sulla pandemia, molte persone sono state indotte a credere che si trattasse della prova di un terribile complotto o, nella migliore delle ipotesi, dell’esito infausto di un esperimento sfuggito al controllo.

Continua a leggere su Oggiscienza: Da dove arriva il coronavirus della COVID-19? 

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.