La cosa che cadde su Tunguska

oberto Labanti

Prima mattina del 30 giugno 1908, Impero Russo, Siberia centrale, valle del fiume Tunguska Pietrosa (in russo Podkamennaâ Tunguska), esattamente 110 anni fa. Un corpo celeste entrato in atmosfera esplose a qualche km di altezza, devastando 2150 km² (un’area pari a quella dell’intera provincia di Padova) di taiga, la tipica foresta boreale ricca di conifere che caratterizza le alte latitudini euroasiatiche. In ricordo di quest’evento (Tunguska Event, TE), a partire dal 2015, il 30 di giugno è l’Asteroid Day, una giornata che ha lo scopo di richiamare l’attenzione del mondo sui rischi di impatto e sui possibili fattori di mitigazione.

Continua a leggere su QueryOnLine: La cosa che cadde su Tunguska

Annunci

Informazioni su Claudio Casonato

Naufragato su questo pianeta mentre ero in viaggio tra Sirio e Nibiru, ho dovuto nascondere la mia identità nei panni dell’umano Claudio, classe 1962. Vivo a Novi Ligure (AL) da quando ero bambino. Dopo il servizio militare nell’Arma dei Carabinieri, ho iniziato a lavorare nell’industria delle vernici, prima in un gruppo americano, poi in uno olandese, con incarichi che hanno spaziato dalla ricerca e sviluppo al marketing all’IT. Attualmente mi occupo di prevenzione e sicurezza in una azienda, sempre di vernici, in provincia di Alessandria. Adoro leggere di tutto un po’, soprattutto fantascienza e fantasy, ed ho un forte interesse per libri e riviste di carattere scientifico. Nel 2005 scoprii il CICAP, e grazie al loro aiuto e supporto, alle letture scientifiche aggiunsi l’attività di divulgazione che mi hanno portato a curare una rubrica su un periodico e su un sito web locali, ad organizzare varie conferenze, spettacoli di magia della scienza per i bambini, ed addirittura un libro... potete trovare i dettagli a questo link: http://goo.gl/ef4XsF
Questa voce è stata pubblicata in Reblog. Contrassegna il permalink.